La pazzia è come il paradiso. Quando arrivi al punto in cui non te ne frega più niente di quello che gli altri possono dire… sei vicino al cielo. – Jimi Hendrix –

MALERBA – LA DERIVA DEI SOGNI


Malerba la deriva dei sogni

La deriva dei sogni è l’album di debutto de i Malerba, un duo rock bolognese, formatosi nel 2012. E’ composto da  Valeriano Bruni ed Eros Gandolfi. Il primo è un poeta dalla voce davvero particolare, a tratti graffiante. Il secondo è un chitarrista e polistrumentista  davvero interessante, ex Fuorizona, famoso gruppo underground di Bologna.

Oltre due anni di duro lavoro, per dare alla luce il 24 aprile 2015, un qualcosa di unico ed originale, totalmente autoprodotto, affidando solo il Mastering al Creative Mastering di Forlì.

Cos’è che rende così speciali i Malerba? Probabilmente l’intreccio fra universi musicali come l’alternative, l’Hard rock e il blues, che si fondono con la poesia del cantautorato italiano.

I temi affrontati, da buoni vecchi rockers, sono quelli sociali e politici, raccontati con un’ironia sottile, un linguaggio crudo e nudo, senza peli sulla lingua, come ad esempio Ignoro che tolleri odio che giudichi.

Ma come ogni disco che si rispetti, il tema dell’amore non può mancare! Raccontato con profonda sensibilità, senza mai essere sdolcinati. Un esempio è Sunshine, unico duetto presente nel disco. Una meravigliosa scoperta quella di Valentina, la cantante che affianca Valeriano. Oltre tutto la ragazza ha fatto anche i cori sotto i bridge ed i ritornelli di Tra le pagine.

L’ascoltatore dunque, si trova nel bel mezzo di un viaggio incredibile e variegato. L’inizio è d’impatto: con Francine. E’ lei l’emblema della copertina del disco, la ragazza che aspetta stringendo la bilancia di Dio. E’ un brano dedicato a Emanuela Orlandi, scomparsa nel giugno dell’ ’83. E’ lei tutte le donne e tutte le persone le quali sono braccate nella terra di Dio, per colpa di esseri immondi, che le hanno private dei loro sogni, mandandoli alla deriva.

Già dalla prima delle dodici tracce, si comprende quanto siano tosti e impegnati i temi che vengono affrontati, sempre con uno stile ben definito, lontano dalle solite frasi fatte o già sentite.

Valeriano Bruni ed Eros Gandolfi

Il resto è un susseguirsi di canzoni, una più bella dell’altra, che si fanno piacevolmente ascoltare da sole.

Tra i brani assolutamente da segnalare: Cuore di tenebra. Mai sentita una canzone del genere! Una intro di circa 2 minuti, davvero singolare… Valeriano si trasforma in un narratore che introduce l’inizio di un film… un film dell’ ”orrore”… quello del mondo. Come spiega Eros infatti: <<ispirato al libro Cuore di tenebra di Conrad ed al film Apocalypse Now […] parla  di come l’evoluzione dell’uomo e la civiltà vengano spazzati via dalla guerra, dalle situazioni dove o si vive o si muore. […] E’ facile essere buoni e civili quando hai da mangiare, dove vivere, ma messo in mezzo ad una guerra saresti altrettanto “civile” ed “evoluto”? Una delle domande è quella…>>.
E poi ancora: <<Volevamo ripercorrere la discesa del fiume alla ricerca di Kurz>>, (personaggio di Apocalypse Now), […] <<e cercare di rendere (musicalmente) l’idea di una persona che più sprofonda nell’orrore della guerra più sprofonda nella pazzia (e quindi diventa simile al pazzo che era andato a cercare)>>. Direi effetto più che riuscito! Basti sentire le voci nel ritornello, pulite e urlate, che contrastano in modo perfetto, come la lucidità dell’ <<”uomo civile”>> e la follia <<dell’ “uomo regredito”>>.

Ecco tutti i link per ascoltare La deriva dei sogni

Itunes:

https://itun.es/it/hw576

Playstore:

https://play.google.com/store/music/album?id=B3st5353z6vn4pqzh2xyojxmfjm

Amazon:

http://www.amazon.it/gp/aw/d/B00WKM5UQ0/ref=mp_s_a_1_1?qid=1431617489&sr=8-

1&pi=SY200_QL40&keywords=malerba+deriva&dpPl=1&dpID=51KV1UKhxDL&ref=plSrch

Spotify:

http://open.spotify.com/artist/4KUEzjmWPS593zlQciS5G5

Deezer:

http://www.deezer.com/artist/4827212

Il brano Marilyn track. 8 è in rotazione su Radio Fly Radio Web!!!!!!!

 

Annunci

Ogni commento è prezioso!! :)

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...