La pazzia è come il paradiso. Quando arrivi al punto in cui non te ne frega più niente di quello che gli altri possono dire… sei vicino al cielo. – Jimi Hendrix –

Quo Vai… se il posto fisso non ce l’hai?


quo-vado-checco-zalone-default

Checco Zalone torna al cinema! E finalmente!

E lo fa con stile, il suo stile, per raccontare dell’Italia, dei suoi vizi e le sue contraddizioni, attraverso le vicende di uno dei tanti cittadini che messo alle strette, con non pochi sotterfugi dovrebbe scegliere di licenziarsi e dire addio al posto fisso. Ma Checco fa di tutto per tenersi stretti i “privilegi” (o forse diritti?), che spettano ai lavoratori a tempo indeterminato, anche perché <<Quo Vai… se il posto fisso non ce l’hai?>>.

Un film prodotto da TaoDue e distribuito da Medusa, divertente, scaccia-pensieri, che fa ridere e sorridere ininterrottamente il pubblico in sala.

Un’Italia che esiste sin dai tempi dei tempi, quella dei furbetti, degli impazienti al semaforo, dei ritardi agli aeroporti, ma anche quella dei coraggiosi, che abbandonano il Bel Paese nella speranza di un futuro migliore. Ma è inutile! Anche gli scienziati hanno constatato che nel DNA del popolo italico, c’è un misterioso gene e nonostante si cerchi di ignorare i suoi segnali, alla fine il richiamo alla patria è più forte di qualsiasi cosa.

Grande film e che colonna sonora!

La prima Repubblica, scritta, composta e suonata dallo stesso Zalone e cantata in stile “Molleggiato”.  Veramente forte, per citare Adriano, proprio lui che si è complimentato con il comico Pugliese, per l’ironia e la genialità della canzone.

Quo Vado…? campione di incassi, ma solo perché proiettato in 1.200 sale…!

Diverse critiche, polemiche e quant’altro… Ci si chiede perché la gente vada al cinema e paghi il biglietto. Verdone ha una sua teoria, riguardo al successo del film ed i conseguenti incassi sostanziosi: se non fosse stato proiettato in 1.200 sale, non sarebbe stato possibile. D’altronde è impossibile non puntare gli occhi su chi sbanca annualmente al botteghino!

Ma checché se ne dica Checco Zalone è un’artista poliedrico: regista, attore, cantante, compositore, imitatore, comico ed è amatissimo da tutti, perché infondo ognuno di noi si rispecchia nelle fattezze del protagonista del film.

Siamo davanti ad un fenomeno, uno dei comici contemporanei PIU’ BRAVI E GENIALI, che esistono al momento.

Annunci

Ogni commento è prezioso!! :)

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...