La pazzia è come il paradiso. Quando arrivi al punto in cui non te ne frega più niente di quello che gli altri possono dire… sei vicino al cielo. – Jimi Hendrix –

Archivio per marzo, 2016

Immagine

21 MARZO 2016 NON SOLO PRIMAVERA…


Oggi non è solo il primo giorno di primavera, del risveglio della natura, ma anche..

21 MARZO 2016  NON SOLO PRIMAVERA...

21 MARZO 2016 NON SOLO PRIMAVERA…

La Giornata Mondiale della Poesia, indetta dall’UNESCO, nonché 85° anniversario dalla nascita di Alda Merini, la celebre poetessa di Porta Genova.

Perciò Auguri a tutti i poeti e aspiranti tali! Che… a proposito se siete in una caffetteria, non serve il portafogli, ma solo carta, penna e fantasia! Per condividere il vostro estro poetico, perché oggi “Pay with a Poem!” (Cercate dunque il bar più vicino a coi aderente all’iniziativa!)

21° Giornata della Memoria e dell’Impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie, indetta dall’associazione di don Ciotti, Libera, che oggi ha scelto Messina come “capitale” di questa giornata. Oggi in Sicilia e in tutte le regioni d’Italia si ricordano le 900 vittime innocenti, morte a causa delle mafie.

 

Annunci

BELTRAMI “PUNTI DI VISTA”- FINALMENTE L’ATTESISSIMO SECONDO DISCO DELLA BAND CHE SI RACCONTA…!!!


PUNTI DI VISTA  (Suonivisioni/Audioglobe) è il nuovo progetto discografico della band BELTRAMI, disponibile dal 22 gennaio 2016 in tutti i digital store e negozi di dischi.

FORMAZIONE BAND:  Giampiero Jum Troianiello (voce, chitarra), Pasquale Omar Caldarelli (chitarre), Carmine Franzese (chitarre, keyboards), Pasquale Pezzullo (basso) e Francesco Varchetta (batteria). cover

Il disco…  è un mix di cantautorato intellettuale, a tratti filosofico, ma con quella punta di ribellione che non guasta mai. Presenti elementi rock e al contempo puramente classici. Musicisti veramente validi e grande voce, capace di dare senso ad ogni minima parola. Ah! Dimenticavo: un plauso allo scrittore dei testi!

”La Verità” 1° singolo estratto

Ciao Beltrami! Potete raccontare brevemente la vostra biografia? E qual è il significato del vostro nome?
Nasciamo nel 2009 da un’idea di Giampiero che ha firmato l’ep d’esordio “Scrivere Storie”. Nel Settembre 2011 Pasquale Omar e Carmine si sono uniti, da qui un altro ep “Ditelo ad Annie e due dischi: “Intorno” (2013) e ora il nuovo “Punti di vista”.
Il nome che abbiamo scelto non è nient’altro che il risultato di una ricerca tra cognomi abbastanza musicali. Volevamo rivalutare quello che di solito gli artisti sacrificano in favore del nome d’arte.

 

Come vi è venuta questa originale idea di creare un album “raccoglitore di punti di vista”?
La realtà che viviamo e che, di conseguenza, osserviamo, è sempre stata l’oggetto principale delle nostre canzoni, dei nostri racconti. Il primo disco si chiama “Intorno” perché è lì che abbiamo guardato e “Punti di vista” ne è la naturale conseguenza. Il cambio sta nella maggiore maturità che ha portato alla voglia di esprimere la nostra. I nostri punti di vista, appunto.

 

Chi scrive i testi? (Perché devo ammetterlo: mi inchino davanti a colui che scrive, perché devo ammettere che è un vero e proprio SCRITTORE).
I testi sono un lavoro a cui si dedica Giampiero. In fase di arrangiamento, però, anche questi vengono “analizzati” e, nel caso, rivisti con un lavoro di tutta la band.

 

Qual è il punto di vista musicale dei Beltrami, a quali artisti v’ispirate?
Nei Beltrami convergono, piacevolmente, diversi generi. Sicuramente il cantautorato italiano e tutti i progetti in cui riteniamo ci sia eleganza e gusto negli arrangiamenti. Nello specifico poi, ognuno indirizza queste proprietà al suo genere di riferimento e molto spesso il confronto genera scambi molto interessanti.

 

La terza track “La verità”, dice: <<Decidi a cosa rinunciare>> e poi:  <<Qual è la verità che ci manca?>>. Ecco m’incuriosisce sapere rispettivamente di quale rinuncia e verità mancata si tratta…?
“La Verità” parte da una riflessione rispetto al modo di interagire tra persone. È curioso pensare che, molto spesso, ci poniamo agli altri in equilibrio tra quelli che siamo e quelli che vorremmo essere. Finendo, inevitabilmente, per mentire. Ci siamo accorti che, forse, si mente più̀ spesso del necessario, in maniera molto leggera, superficiale e, soprattutto, inutile. Essere se stessi, in fondo, dovrebbe farci essere più sereni e, di conseguenza, meglio predisposti ai rapporti stessi e più stimolati ad avere qualcosa in cui credere, in questi tempi di certezze labili.

Beltrami03_rid_bassa.jpg

In “Punti di vista” c’è anche una “canzona denuncia”: “Cosa riusciranno a inventarsi”, (contro una vita che sembra essere senza futuro, senza certezze…) e voi cantate <<cosa riusciranno mai a inventarsi per ridarci indietro i nostri giorni persi>>? A quali giorni persi vi riferite?
“Cosa riusciranno mai a inventarsi” è una canzone molto particolare per noi, la prima in cui ci siamo presi la responsabilità di fare una denuncia, come tu stessa dicevi. A quasi 30 anni, la nostra paura e quella dei nostri coetanei è che le decisioni prese da qualcuno per i suoi interessi possano ricadere su di noi e rubarci tempo ed energie per fare ciò che è nelle nostre propensioni e non essere costretti ad un’intera esistenza di sacrifici. E se questo qualcuno fosse davvero colpevole, cosa riuscirà ad inventarsi per restituirci tutto?

 

Esiste qualche gesto scaramantico che fate prima di esibirvi live?
Dai live di questo disco abbiamo preso la buona abitudine di stare da soli, almeno mezz’ora prima del concerto. Ci riuniamo nel camerino o in un posto un po’ appartato e facciamo “spogliatoio”. Ci confrontiamo, scherziamo e condividiamo insieme le emozioni degli attimi prima della serata, una cosa davvero molto bella.

 

Con quale canzone misurereste l’amore per il vostro lavoro?
Con il fatto di non saperne scegliere una. Siamo, sinceramente, davvero già molto soddisfatti di poter definire questo progetto un “lavoro”, in qualche modo. Portare avanti un progetto musicale di inediti in una realtà come la nostra, in Italia, non è proprio una passeggiata. Fare passi avanti e fare canzoni sempre più belle, questo è l’obiettivo. Per poi misurare l’amore per il nostro lavoro, ovvio J .

 

A chi dedicate “Punti di vista”?

Alla speranza di farne un altro, a chi ci è stato vicino per tutti questi anni, a chi ci scoprirà ascoltandone le canzoni, alle nostre ispirazioni e ai nostri punti di riferimento.

Beltrami_06_b

Perché comprare questo disco?
Per sostenere il progetto e permetterci di continuare, per far vivere ancora la musica che abbiamo voglia di fare e diffondere. Sarebbe ipocrita, nel 2016, pretendere che l’ascolto di un disco dipenda dal suo acquisto. Quindi ascoltatelo, diciamo noi, su Spotify e presto anche interamente sul “tubo” e valutate se condividere con noi la motivazione per cui dovreste acquistarlo.

Grazie di questa chiacchierata.

 

Grazie a voi ragazzi!!! ;)!

 

 

TRACKLIST “PUNTI DI VISTA”

1. ­Piangi
2. Prospetti di marzo
3. La verità
4. Sophie
5. Palo Alto
6. Questa notte
7. Finché ancora resteranno le parole
8. Ora
9. Cosa riusciranno mai a inventarsi
10. Qui
11. Giace nascosto nel profondo

 

ECCO A VOI TUTTI I LINK PER ASCOLTARE IL DISCO! ;)!

STREAMING   https://soundcloud.com/beltrami-band/sets/punti-di-vista/s-aIEDz

SPOTIFY https://open.spotify.com/album/3H0zNBR5OsgYsrE8AnRSBo

 

Produzione artistica di Francesco Giuliano
Registrato, mixato e masterizzato da Francesco Giuliano presso Red Box Studios  – Succivo (Ce)
Con la collaborazione di:
Francesco Giuliano – Synth, pianoforte
Arcangelo Michele Caso – Violoncello (“Prospetti di marzo”, “Qui”, “Giace nascosto nel profondo”)
Giavanna Moro – Archi (“Prospetti di Marzo”, “Cosa riusciranno mai a inventarsi?”, “Qui”)
Adriano Maria Poledro – Percussioni (“Giace nascosto nel profondo”)
Fabio Renzullo – Tromba (“Piangi”, “La Verità”, “Finchè restereranno le parole”)
Giuseppe Casanova – Trombone (“La Verità”,”Sophie”) 
 
Artwork: Louis Muhe
Photo: Das Auge photo