La pazzia è come il paradiso. Quando arrivi al punto in cui non te ne frega più niente di quello che gli altri possono dire… sei vicino al cielo. – Jimi Hendrix –

Articoli con tag “foreverly

Immagine

Foreverly: Billie Joe + Norah (tracklist)


Foreverly: Billie Joe + Norah (tracklist)

La tracklist di Foreverly :
“Roving Gambler”
“Long Time Gone”
“Lightning Express”
“That Silver Haired Daddy Of Mine”
“Down In The Willow Garden”
“Who’s Gonna Shoe Your Pretty Little Feet”
“Oh So Many Years”
“Barbara Allen”
“Rockin’ Alone (In An Old Rockin’ Chair”
“I’m Here To Get My Baby Out Of Jail”
“Kentucky”
“Put My Little Shoes Away”


Foreverly: Billie Joe Armstrong + Norah Jones


Due cantanti mooolto famosi e mooolto diversi tra loro… <<No alla fine credo che siamo più simili di ciò che pensavamo>> (NORAH JONES)

Si tratta di Billie Joe Armstrong (frontman dei Green Day) e Norah Jones cantautrice e pianista jazz.

Punk rock e smooth jazz, due stili differenti tra loro si fondono per creare un album cover dedicato agli Everly Brothers (Don & Phil) artisti country rock, pop rock e rock psichedelico.

L’idea è stata di Bille Joe, che ascoltando le registrazioni del duo ha pensato che la bellezza di quelle canzoni dovesse essere nota a tutti, ma bisognava farlo con qualcosa di diverso: una voce femminile. E così è stata proprio la moglie Adrienne Nesser a proporre Norah, conosciuta peraltro tramite il grande Stevie Wonder.

BILLIE JOE ARMSTRONG: <<Tutto è iniziato con Stevie Wonder. Abbiamo cantato insieme a Stevie Wonder e la sua band e un intero gruppo di persone, è così che ho conosciuto Norah. Poi … beh, ho preso il disco degli Everly Brothers che avevo da un paio di anni fa e ho pensato che era semplicemente bellissimo. Lo ascoltavo ogni mattina per un po’ accendendolo e spegnendolo. Ho pensato che sarebbe stato bello rifare il disco perché ho ​​pensato che  molte persone ne fossero all’oscuro e dovessero conoscerlo, ma avrei voluto cantare con una donna, perché ho ​​pensato che avrebbe assunto un significato diverso – forse lo avrebbe ampliato un po’ – in confronto all’ ascolto delle canzoni cantate dai due fratelli. E così mia moglie disse: “Perché non chiedi a Norah Jones?” E mi sono detto, “Beh, io la conosco un po’ “. Beh, voglio dire, abbiamo avuto Stevie Wonder in comune. E così l’ho chiamata e lei ha detto sì. Così è stato un po’ come un … beh, io continuo a dire che era un po’ come un appuntamento al buio>>.

Dopo la telefonata subito negli studi  di Manhattan  a registrare Foreverly, un tributo al capolavoro degli Everly: “Songs Our Daddy Taught Us”. Dodici bellissime tracce registrate in soli 9 giorni!!

La Jones ha voluto il bassista Tim Luntzel, il batterista Dan Rieser. Inoltre hanno collaborato anche Johnny Lan (chitarra hawaiana) e Charlie Burnham (violino).

Sicuramente uno dei più inaspettati e sorprendenti album mai registrati, che uscirà il prossimo 26 novembre.

NORAH JONES: << Sono stata un po’una grande fan degli Everly Brothers […] – quindi sapevo chi fossero gli Everly Brothers – ma conoscevo soprattutto la roba più popolare. […] – e Billie Joe, sei una persona così entusiasta, che mi ha totalmente convinta in tre minuti. –  All’epoca avevo appena ottenuto il tour ed ero un po’ stanca per fare un intero disco ma è stato piuttosto breve e dolce, in realtà. […] Ma poi dopo aver sentito come suonava la prima canzone  ho pensato, “Oh! Sara’ grande, andrà tutto bene” […]. >>